Lukasz Kuropaczewski domani a Pordenone per la Segovia Guitar week

Continuano i concerti della V Segovia Guitar Week a Pordenone, realizzati dalla Segovia Guitar Academy col patrocinio e il sostegno del Comune di Pordenone e il contributo di Bcc Pordenonese.

L’appuntamento di sabato 23 febbraio alle 20.45 nel Convento di San Francesco, vedrà sul palco il grande talento polacco Lukasz Kuropaczewski, che spazierà dal tardo classicismo fino ai giorni nostri. Nato nel 1981 nella piccola città polacca di Gniezno, il chitarrista ?ukasz Kuropaczewski sta diventando una figura di spicco nella scena mondiale della musica classica. Si esibisce in numerosi festival internazionali in Europa, Stati Uniti, America latina e Asia (di particolare rilievo sono le sue esibizioni alla Royal Festival Hall di Londra, al Concertgebouw di Amsterdam, alla National Philarmonic Hall di Varsavia, alla Tchaikovsky Hall di Mosca e alla Carnegie Hall di New York). Kuropaczewski è stato docente di chitarra all’Università della Pennsylvania e attualmente insegna presso l’Accademia di Musica di Poznan (Polonia) e all’“Universitaet für Musik und darstellende Kunst” di Graz (Austria).

Il concerto si apre con la Rossiniana n. 3, brano virtuosistico scritto dal compositore italiano Mauro Giuliani ispirato alle celebri arie delle opere di Rossini, raccolte in questa pagina alla maniera dei pot-pourri tanto richiesti nella Vienna del primo Ottocento. Seguirà una selezione di preludi scritti da Manuel María Ponce nel 1929 per incarico del celebre chitarrista spagnolo Andrés Segovia. Del compositore catalano Miguel Llobet eseguirà una selezione di canciones populares catalanas, raccolta di composizioni ispirati alle popolari melodie della sua terra, ma rivisitate secondo il più raffinato stile impressionistico così in auge al tempo.

A concludere il concerto saranno i Tre pezzi per chitarra, scritti dal compositore, pianista e direttore americano contemporaneo Marc Neikrug e di cui lo stesso Kuropaczewski ha eseguito la prima esecuzione assoluta nel 2015 al Museo d’Arte di Baltimora. Ingresso libero.

Clelia Delponte
3470349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.