I viaggi di Amerigo Vespucci incontro 24 marzo a Treviso

G201:1/53 World Map by Francesco Rosselli C4568-A

Giovedì 24 marzo alle ore 18 proseguono, nell’auditorium della Fondazione Benetton Studi Ricerche a Treviso e in diretta streaming nel canale Youtube della Fondazione, gli incontri collaterali alla mostra Mind the Map! Disegnare il mondo dall’XI al XXI secolo, aperta a Ca’ Scarpa a Treviso fino a domenica 29 maggio e organizzata dalla Fondazione Benetton nell’ambito di “TREVISO CONTEMPORANEA”, progetto condiviso con la Fondazione Imago Mundi, articolato in tre esposizioni sul tema “Mappare il mondo”.

In programma l’incontro I viaggi di Amerigo Vespucci con Carla Masetti, Università Roma Tre.
Navigatore, esploratore e cartografo, Amerigo Vespucci fu il primo a rendersi conto, grazie alle spedizioni che compì tra la fine del XV e i primi anni del XVI secolo, che le nuove terre recentemente scoperte ad occidente dell’Oceano Atlantico non appartenevano alle estreme propaggini dell’Asia, ma erano parte di un continente ignoto che lui chiamò Nuovo Mondo. I suoi scritti Mundus Novus e la Lettera di Amerigo Vespucci delle isole nuouamente trouate in quattro suoi viaggi sono certamente quelle che hanno avuto il maggiore impatto sui saperi cosmografici del XVI secolo, finendo per rappresentare i modelli su cui i dotti di tutta Europa costruirono le prime immagini letterarie d’America. Nel 1507, il notissimo cartografo Martin Waldseemüller, entusiasta dei racconti di Vespucci, incise in un grande planisfero, sulla parte meridionale del nuovo continente, il nome America, in onore del suo scopritore culturale.

Carla Masetti delineerà come le due opere a stampa di Vespucci non solo furono in grado di fornire, in modo semplice e suggestivo, una risposta a gran parte dei principali interrogativi posti dalla Scoperta, ma arrivarono anche a filtrare e a promuovere l’immagine di un ‘‘Mondo Nuovo’’, in contrasto con le conoscenze ereditate dalla tradizione classica e dalle scienze antiche. Masetti descriverà anche alcuni particolari di esemplari cartografici coevi ai viaggi vespucciani e proposti all’interno delle sezioni della mostra Mind the Map!

Gli incontri proseguiranno giovedì 14 aprile alle ore 18 con Annalisa D’Ascenzo (Università Roma Tre), Il primo viaggio intorno al mondo; e mercoledì 18 maggio alle ore 18 con Angelo Cattaneo (CNR), L’Occidente visto dall’Oriente: Kangnido.

Carla Masetti
Professore ordinario di Geografia, insegna Cartografia, Geografia e Storia della Cartografia presso l’Università degli Studi Roma Tre, ove dirige il Master di II livello in Digital Earth e Smart Governance: strumenti e strategie GIS per la gestione e valorizzazione dei beni territoriali e culturali. Dal 2013 è Coordinatrice centrale del Centro Italiano per gli studi storico-geografici (CISGE) e fa parte del Comitato di Redazione della rivista del sodalizio: «Geostorie». La sua esperienza di ricerca e di didattica verte sulle tematiche della digitalizzazione dei documenti d’archivio, della cartografia e geografia storica, della storia della cartografia, della cartografia digitale e sui metodi e tecniche di indagine informatica e telematica applicate alle scienze geografiche. Ha pubblicato diversi contributi su Amerigo Vespucci, tra cui, in collaborazione con Luciano Formisano, il volume America sive Mundus Novus. Le lettere a stampa attribuite ad Amerigo Vespucci (Società geografica italiana, 2007).

Informazioni
L’incontro si terrà alle ore 18 nell’auditorium della Fondazione Benetton, via Cornarotta 7 Treviso, e in diretta streaming nel canale Youtube della Fondazione.

TREVISO CONTEMPORANEA
Le altre due mostre del progetto TREVISO CONTEMPORANEA, organizzate dalla Fondazione Imago Mundi, sono Terra Incognita: l’inclusività è la strada giusta, a cura di D Harding, e aperta nella Chiesa di San Teonisto, Treviso; Atlante Temporaneo. Cartografie del sé nell’arte di oggi, a cura di Alfredo Cramerotti, e aperta nelle Gallerie delle Prigioni, Treviso.

Le esposizioni di Treviso Contemporanea sono aperte fino a domenica 29 maggio 2022, il venerdì dalle 15 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 19. Biglietto intero: 10 euro, ridotto 8 euro (il biglietto è unico per le tre sedi espositive e valido per tutta la durata di apertura delle mostre).
Per maggiori informazioni: trevisocontemporanea.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.