Gli occhiali di Papa Francesco arrivano al Museo dell’Occhiale

Sabato 9 aprile, alle ore 11.30, presso il Museo dell’Occhiale di Pieve di Cadore, alla presenza di varie autorità, l’ottico romano Alessandro Spiezia ha ufficialmente consegnato a Vittorio Tabacchi, presidente della Fondazione Museo dell’Occhiale onlus, un paio di occhiali appartenuti a Papa Francesco.

Questa donazione contribuisce ad accrescere l’importanza delle collezioni conservate al Museo, anche al fine di raggiungere una maggiore visibilità, e si inserisce all’interno di un progetto che la Fondazione intende realizzare, mirato ad accogliere occhiali appartenuti a personaggi rilevanti, il cui volto spesso è fortemente caratterizzato dalla presenza di una particolare montatura.

Alla presenza di Mons. Diego Soravia, arcidiacono del Cadore, dell’on. Luca De Carlo, sindaco di Calalzo, di Giuseppe Casagrande, sindaco del comune di Pieve, di Renzo Bortolot, presidente della Magnifica Comunità di Cadore, e di altri sindaci, come anche di alcune persone intervenute, vicine alla Fondazione, si è svolta una breve presentazione in cui Alessandro Spiezia ha ricordato come, avendo ricevuto in dono un paio di occhiali direttamente dal papa, poiché non più utilizzati, avesse inteso immediatamente donarli al Museo affinché potessero essere valorizzati. Si tratta di un paio di semplici occhiali in metallo, conservati in un astuccio di pelle bianca. Sia la montatura che l’astuccio recano il nome del papa.

In occasione di questa importante donazione anche la storica azienda Fedon ha voluto donare, oltre all’astuccio con lo stemma di Papa Francesco, anche gli astucci dei suoi predecessori, Papa Benedetto XVI e Papa Giovanni Paolo II. Si auspica che un giorno Papa Francesco, proprio come chi lo ha preceduto, possa recarsi in Cadore per un breve soggiorno, e visitare anche il Museo dove sono conservati i suoi occhiali.

Per informazioni:
Fondazione Museo dell’Occhiale onlus, tel. 0435.500213 e-mail: info@museodellocchiale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.