In Abruzzo apre il nuovo Museo Aligi Sassu

Un’opera inedita di Aligi Sassu, Novanta lavori su carta, per lo più inediti, disegni, acquerelli, pastelli e tempere, con centoventi opere grafiche fra acqueforti, acquetinte, litografie e serigrafie. È questo il corpus proveniente dalla collezione di Alfredo e Teresita Paglione che, affidata alla città di Atessa, permette di aprire in Abruzzo il nuovo Museo Aligi Sassu nel decimo anniversario della scomparsa del maestro del Novecento.

Sarà la splendida cornice dell’antico Palazzo Ferri ad ospitare un percorso che ripercorre le tappe più importanti della vita e della produzione artistica di Sassu, a partire dalle opere futuriste del 1927-28, per poi soffermarsi sui lavori degli anni ’30, tra cui i famosi Uomini rossi e i Ciclisti, i Caffè, le Battaglie, i disegni del carcere di Fossano realizzati tra il 1937 e il 1938, le Crocifissioni e i Concilii degli anni ‘40, fino alle Corride spagnole degli anni ‘60.

Con la nascita del nuovo museo la città di Atessa rende omaggio all’artista sottolineando il profondo legame con la terra d’Abruzzo: nel 1964 vi realizza una grande opera murale Il Concilio Vaticano II, presso la Chiesa di S. Andrea a Pescara, nel 1987 in anteprima assoluta espone la Divina Commedia, una raccolta di 112 olii, al Castello Gizzi di Torre De’ Passeri (Pe) e nel 1997 realizza la mostra di arte sacra con cui viene aperto il Museo dello Splendore di Giulianova.

Inaugurazione: giovedì 5 agosto 2010 – ore 18.00 Corso Vittorio Emanuele – Atessa (Ch) info: 0872850421 – info@comunediatessa.it notizia segnalata dal sito web: http://www.exibart.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.