Mostra personale di Pat Edwards “Identità Perdute” a Lecce

Si è inaugurata sabato 15 gennaio 2011, nelle antiche sale del Castello di Carlo V di Lecce, la mostra personale di Pat Edwards “Identità Perdute”. L’esposizione è stata pensata dall’artista in stretto rapporto con il magnifico spazio espositivo. Un percorso che ha come fil rouge la luce, la quale accompagna il continuo svelarsi e rivelarsi delle opere.

“Vanishing & Emerging Divas” è il titolo del nuovo ciclo di lavori fotografici nei quali luci ed ombre diventano metafora per raccontare la storia di volti iconici ed anonimi al contempo. Due grandi trittici fotografici passano dal bianco abbagliante al nero puro, rivelando e annullando i soggetti rappresentati. La rinuncia al colore e la scelta del bianco e nero in queste nuove opere risponde ad una esigenza di rappresentazione visiva e concettuale.

Il contrasto del rigore formale e compositivo gradualmente si stempera per esaltare la componente emozionale legata al ricordo e allo scorrere del tempo. Ciò che scorre e sbiadisce tra le maglie di un’epoca passata riemerge nei grandi pannelli fotografici nei quali tutte le declinazioni del bianco e nero si stemperano fino a condurre i soggetti alla pura astrazione.

Un fascino sofisticato avvolge i toni seppiati di fotografie che sono state ricoperte da impalpabile seta o sulle quali l’artista è intervenuto con bruciature fino a rendere l’immagine poco visibile, evanescente, come se i volti riemergessero da un tempo trascorso attraverso la loro forza evocativa.

Pat Edwards parte da tracce di memoria per tratteggiare identità che poi indaga e restituisce alla luce.
Attraverso lo studio e il recupero di materiali documentali l’artista intraprende una ricostruzione concettuale volta ad esplorare i temi della percezione e dell’identità, attraverso una struttura narrativa che utilizza medium eterogenei, dalla fotografia, all’istallazione al suono.

“In questa mostra ho voluto mettere in dialogo opere che hanno aspetti visivi eterogenei: dalle opere lenticolari, in cui i soggetti sono attraversati cineticamente da bagliori colorati, ai trittici fotografici in bianco e nero, ai lavori ricoperti da seta o da bruciature. All’apparenza queste opere possono sembrare molto diverse tra loro, ma in realtà sono la stessa cosa: un’indagine sull’identità. Ognuna di esse rappresenta metaforicamente il recupero di identità perdute, celate, che possono essere salvate.”, spiega l’artista.

Le immagini svaniscono e riaffiorano saturandosi e dissolvendosi nella purezza del bianco e nero o si rivelano in tutta la loro brillantezza attraverso i colori cangianti delle lenticolari, presenti nella seconda grande sala del Castello Carlo V. Tracce dimenticate o perdute tornano così ad affiorare per essere restituite alla memoria collettiva.

La mostra di Pat Edwards “Identità Perdute”, a cura di Beatrice Raffaelli, sara’ ospitata nelle sale del Castello di Carlo V di Lecce fino al 19 febbraio 2011. Artista: Pat Edwards, titolo Mostra: Pat Edwards “Identità Perdute” a cura di: Beatrice Raffaelli, luogo: Castello di Carlo V, Lecce entrata: ingresso libero
Date: dal 15 gennaio 2011 al 19 febbraio 2011. Per informazioni: pressartecultura@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.