Mostra personale di Mario Alimede a Venezia.

L’Art Studio presenta “Libero arbitrio”, una mostra personale dell’artista Mario Alimede. Nato a Riva del Garda (Trento) nel 1949, pittore, incisore, grafico, ha frequentato corsi di grafica sperimentale e grafica contemporanea alla Scuola Internazionale di Grafica di Venezia, dal 1968 e in anni successivi. Per diversi anni ha alternato il lavoro artistico a quello pubblicitario, lavorando, come grafico free lance, per aziende, case editrici, enti pubblici e privati.

Così scrive Antonella Uliana, critica d’arte, riguardo la ricerca di Alimede: “La cultura dell’informale si palesa nell’opera di Mario Alimede attraverso immagini criptate da segni incisivi e contrastanti cromie. La pittura si affranca dall’indagine figurativa e si propone come manifestazione libera; sganciata sempre più dall’oggetto referenziale raggiunge esiti di grande intensità contenutistica. Segno e colore rendono infatti forte e deciso il nucleo drammatico di una ricerca pittorica intrisa di vita nella quale si possono leggere i passaggi, gli equilibri, le dissonanze e le trasformazioni dell’esistenza.

Ogni immagine nasce da un diverso stato d’animo in relazione ad una realtà esterna che vi si riflette e racconta, senza filtri né forzature, di un personale modo di essere e di stare al mondo. Testimoniando il senso struggente di appartenenza alla realtà i dipinti di Mario Alimede suggeriscono quindi una riflessione sul significato del nostro destino. Sono opere di grande raffinatezza formale che esprimono il raggiunto equilibrio tra l’ intensa e a volte graffiante gestualità espansiva dei tratti e la sensibile dialettica delle cromie con il nero profondo. Non esistono gerarchie tra segno, gesto e materia.

La cancellazione dell’immagine, riproponendo la questione del rapporto della scrittura informale con lo spazio, mette in luce gli aspetti peculiari di un lessico che manifesta il suo punto di forza nell’organizzazione del colore in relazione al segno. Negli ultimi lavori la scelta dell’astrazione sottolinea il movente di una ricerca che, abbandonandosi alla commozione della pittura, sia in grado di dare forma e dignità rappresentativa alle istanze delle emozioni e dell’immaginazione”. Approffittiamo dell’occasione per ricordarVi che al Françoise Calcagno Art Studio fino al 5 maggio sarà ancora esposto il lavoro dell’artista Jean Louis Poveda.

Egli presenta una suite di dipinti a tempera che sono suggestioni astratte di Venezia, rappresentazioni parzialmente o totalmente immaginarie conosciute con il nome di vedute ideate o capricci secondo l’espressione vasariana. Per Giorgio Vasari, pittore e famoso storico dell’arte del Cinquecento, il termine capriccio fa riferimento agli elementi di fantasia che testimoniano l’originalità di un pittore “strani capricci che egli esprime nella pittura”.

Libero arbitrio Mostra personale di Mario Alimede, presentazione critica di Antonella Uliana, opening sabato 5 maggio 2012 ore 18.00, dal 5 maggio al 15 maggio 2012, orari: da martedì a sabato 10.00 – 16.00 e su appuntamento.

Françoise Calcagno Art Studio
Campo del Ghetto Novo 2918 Venezia
Info: (+39) 0415246039
www.calcagnoartstudio.com
info@calcagnoartstudio.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.