Roma: La Galleria Tartaglia Arte omaggia i grandi del Novecento!

Mercoledì 18 luglio, alle ore 18.00, presso la galleria Tartaglia Arte si inaugura la mostra “Da Vedova a Rabarama opere degli ultimi quarant’anni”. Sono presenti 30 opere pittoriche e scultoree uniche, frutto di un’accurata ricerca presso vari collezionisti per proporre una varietà ampia e rappresentativa dei movimenti artistici della nostra contemporaneità. E’ una grande opportunità di fare un buon investimento acquistando opere di alto livello storico e qualitativo.

Il percorso espositivo analizza alcune tappe fondamentali della produzione artistica degli ultimi decenni attraverso le opere di importanti autori internazionali. E’ un’occasione straordinaria che offre la possibilità di vedere, in un’unica esposizione, stili diversi: dalla transavanguardia di Chia e di Paladino allo spazialismo di Guidi, dall’informale di Vedova alla pop art di Schifano, dal figurativo informale di Brindisi al disgregazionismo di Tartaglia, dall’avanguardia dell’astrattismo di Mastroianni al realismo di F. Messina, …

Eccezionalmente per questa esposizione, la galleria, in occasione dell’estate romana, seguirà un orario di visita prolungato fino alle ore 23.

Opere di: Emilio Vedova, Francesco Messina, Emilio Greco, Remo Brindisi, Virgilio Guidi, Tano Festa, Renzo Vespignani, Bertina Lopes, Piero Tartaglia, Antonio Fiore, Remo Squillantini, Mario Schifano, Arturo Mazzola, Umberto Mastroianni. Raffaele Frumenti, Sandro Chia, Demitris Hordakis, Antonio Possenti, Mimmo Paladino, Angelo Canevari, Lillo Messina, Rabarama.

Roma – dal 18 luglio al 18 agosto 2012
Da Vedova a Rabarama. Opere degli ultimi quarant’anni
GALLERIA TARTAGLIA ARTE
Via XX Settembre 98c/d (00187)
Roma
orario: lunedì-venerdì dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 23.00
+39 064884234 , +39 064884234 (fax)
gallerie@tartagliaarte.com
http://www.tartagliaarte.com
biglietti: ingresso libero
vernissage: 18 luglio 2012. h 18,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.