Itinerari per Pellegrini: Romea Strata come il Cammino di Santiago

Locandina Romea Strata

Romea Strata è un itinerario unitario di pellegrinaggio che attraversa l’Italia settentrionale, lungo la direttiva dalle Alpi orientali alla Toscana, con meta Roma, Santiago di Compostela e Gerusalemme. E’ dedicato ai pellegrini e a quanti vogliono fare esperienza di cammino come nutrimento dello spirito, sulle orme dei Romei medievali.

Analogamente al più celebre Cammino di Santiago, già in occasione dell’imminente Giubileo, sarà possibile ripercorrere i 1302 km di percorso in territorio italiano, ricevendo il Testimonium, all’arrivo a Roma. Il percorso è suddiviso in otto tratti, i cui nomi richiamano i territori e le antiche vie percorse. Coinvolge 5 regioni italiane.

Tappa dopo tappa il percorso del pellegrino Romeo sarà testimoniato dai timbri sulla sua Credenziale Ad Limina Petri. Romea Strata è il frutto di molti anni di ricerca storica, di tre anni di interventi e di lavoro sul territorio, della collaborazione dei 160 comuni e delle cinque regioni attraversate in Italia.

Al progetto ha lavorato un gruppo di lavoro composto da persone appartenenti a diverse associazioni, studiosi dei vari territori e esperti della riscoperta di antiche vie di pellegrinaggio a piedi. Tra loro, gli Amici dell’Hospitale di San Giovanni – San Tomaso di Majano, gli Amici di Santiago e la Confraternita di San Bartolomeo Apostolo. Sostengono il progetto il Pontificio Consiglio della Cultura e la Conferenza Episcopale del Triveneto.

Grazie all’impegno di questo ampio numero di soggetti, gli antichi percorsi ritrovano vita. Ripercorrendo, ove ancora possibile, il tracciato millenario ripristinato o, dove la modernità lo ha stravolto, proponendo un percorso che rispetti lo spirito originario, cercando spazi incontaminati, paesaggi di grande bellezza, facendo sosta in abbazie e monasteri che sono i medesimi che, mille e più anni fa, hanno accolto i primi Romei. Dove possibile sono stati ripristinati anche gli originali luoghi di accoglienza, come il suggestivo Hospitale di Majano, lungo il Tagliamento. In tutti i territori attraversati si stanno definendo forme di ospitalità per i nuovi Romei secondo il primitivo spirito di accoglienza.

Le basi storiche e metodologiche del progetto Romea Strata sono state messe a punto nel 2013 con il convegno di studi “Le vie di pellegrinaggio per Roma, Santiago e Gerusalemme nel nord-est d’Italia”. Il gruppo di lavoro ha quindi coinvolto esperti provenienti dai vari territori regionali, portando alla individuazione dei vari percorsi che sono stati verificati con attenzione, soprattutto ai parametri di sicurezza per il camminatore.

Si è proceduto alla rilevazione GPS delle varie tratte viarie e alla schedatura di tutti gli elementi d’interesse storico, religioso, artistico e naturalistico presenti sulla via. Inoltre, per rendere la Romea Strata fin da subito percorribile da migliaia di pellegrini, sono state raccolte diverse informazioni sulle possibili accoglienze, quali punti di alloggio e ristoro, e dati relativi ai servizi essenziali, come quelli sanitari e di pubblica utilità. Tutte le quasi 160 amministrazioni comunali interessate dalla Romea Strata sono state coinvolte nella verifica del tracciato di loro pertinenza, al quale è seguita l’approvazione con Delibera di Giunta.

“Romea Strata – chiarisce don Raimondo Sinibaldi, che del progetto è il promotore – non è solo via dello Spirito, ma anche patrimonio storico-culturale vivo della collettività, da conoscere, promuovere e proteggere. È il luogo attraverso cui educare le giovani generazioni alla cura, all’intelligenza e al rispetto della propria storia e del proprio territorio, nella convinzione che ripercorrere le antiche vie, specie se a piedi, genera forme più appropriate e intense di rapporto con il territorio e con le comunità che lo abitano.

Attraverso la Romea Strata è possibile riscoprire la fede, la religiosità e la storia delle antiche rotte di pellegrinaggio; camminare su un più vasto e vivo sistema di strade di pellegrinaggio, le nuove “vie della fede”, nutrimento per lo spirito e luoghi d’incontro tra l’uomo e il creato; promuovere la cultura della gratuità del dono e dell’ospitalità che genera contaminazione fruttuosa tra persone e culture diverse”.

Tutte le informazioni sono raccolte nel sito internet: https://www.romeastrata.it e messe a disposizione di tutti in modo gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.