La rivoluzione russa da Djagilev all’Astrattismo (1898-1922) a Gorizia

Dal 21 dicembre 2017 al 25 marzo 2018 a Gorizia Palazzo Attems Petzenstein, capolavori dai grandi musei russi per raccontare la Rivoluzione nel mondo delle arti. Quest’anno ricorre il centenario della Rivoluzione d’Ottobre, che ha certamente marcato la storia mondiale del XX secolo.

Esiste però, per quanto riguarda la cultura e le arti, un’altra, più ampia Rivoluzione Russa, che ha stabilmente mutato i canoni espressivi precedenti, dal teatro (Ce?hov, Mejerchol’d, Stanislavskij) alla musica (Musorskij, Skrjabin, Stravinskij…), dal balletto (Djagilev) alla fotografia (Rod?enko), alle arti figurative, dove, tra molti altri, basterà ricordare alcuni nomi: Benois, Bakst, Kandinskij, Malevi?, Kon?alovskij, Larionov, Tatlin, Gon?arova, Stepanova, Ekster.

Mostrare questa “esplosione culturale” è l’ambizione del progetto di Silvia Burini e Giuseppe Barbieri, che dirigono il Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR) dell’Università Ca’ Foscari Venezia, affiancati da Faina Balachovskaja, della Galleria Tret’jakov di Mosca che l’Ente Regionale Patrimonio Culturale della Regione Friuli Venezia Giulia (ERPaC) – Servizio museo e archivi storici ha accolto per la sua sede museale di Gorizia.

ORARI:

Martedì – Domenica 10.00 – 18.00

Ultimo ingresso alle 17.30

LUNEDI’ CHIUSO

INGRESSO:

Intero 6,00 €

Ridotto 3,00 € (18/25 anni; gruppi di almeno 10 persone; nuclei familiari con minorenni)

Scolaresche 1,00 €

GRATUITO minorenni; insegnanti con scolaresche; accompagnatori turistici o guide; giornalisti; disabili e accompagnatori; prima domenica del mese

ERPaC – Musei Provinciali di Palazzo Attems-Petzenstein – Pinacoteca

Piazzale Edmondo de Amicis, 2 – 34170 Gorizia

Tel. +39 0481 547541

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.