Tutti gli articoli di Elena

“Emozione barocca”. Il Guercino protagonista nella sua città, Cento (FE)

Nella città, Cento, che gli ha dato i natali e che mai ha smesso di amare, l’esposizione presenta 79 opere di cui 72 dell’artista seicentesco, appartenenti in gran parte al patrimonio culturale cittadino, in grado di documentare la sua evoluzione stilistica, dalla formazione alla maturità. Continua la lettura di “Emozione barocca”. Il Guercino protagonista nella sua città, Cento (FE)

L’Artista che cercò la Luce e trovò il Colore: l’olandese Jan Vermeer!

L’estatica “Donna con brocca” di Jan Vermeer.

Il posto di Jan van der Meer, al secolo Jan Vermeer (Delft 1635-1675), nella storia dell’arte ha dato luogo a tesi diverse, tra le quali, certune hanno sminuito il suo ruolo, non vedendo in lui che un pittore di genere, un realista, o ancora, un ceramista, che impiegava colori di maiolica per i suoi personaggi, come per gli oggetti. Ma simili teorie travisano la vera natura di un artista straordinario. Che svolga soggetti familiari, ritratti, paesaggi, o anche come ai suoi esordi, temi mitologici o religiosi, egli ha apportato un elemento, del tutto nuovo, nella pittura dei Paesi Nordici: la rivelazione dell’idea platonica della pittura in sè. Continua la lettura di L’Artista che cercò la Luce e trovò il Colore: l’olandese Jan Vermeer!

Cantine, piatti a km 0, vino di qualità: al via “All’Ombra del borgo” a Mel (BL)

Quaranta cantine, due enoteche e un’area food con le eccellenze a km 0 delle Dolomiti. E’ stata presentata questa mattina, nella Sala Affreschi di Palazzo Piloni, sede dell’amministrazione provinciale di Belluno, “All’Ombra del Borgo”, prima edizione della manifestazione dedicata al mondo del vino (ombra nel dialetto locale significa bicchiere di vino) in programma sabato 20 e domenica 21 luglio nel nuovo comune di Borgo Valbelluna (BL). Continua la lettura di Cantine, piatti a km 0, vino di qualità: al via “All’Ombra del borgo” a Mel (BL)

Il pozzo di Sant’Antonino e i suoi segreti da scoprire a Piacenza!

Dal 23 dicembre 2018, a Piacenza, si può beneficiare di un’occasione unica per visitare il sottosuolo della città. Un viaggio nella storia lungo millesettecento anni, a quattro metri e mezzo di profondità. Il luogo in cui la tradizione cristiana vuole sia stato ritrovato il corpo del martire Antonino, patrono di Piacenza. Un sacrario databile al IV secolo, voltato e affrescato, per la prima volta accessibile al pubblico attraverso un’affascinante discesa. Continua la lettura di Il pozzo di Sant’Antonino e i suoi segreti da scoprire a Piacenza!

Alla Borsa Internazionale del Turismo 2019 debutta in pompa magna la Tiramisù World Cup (MI)

La Tiramisù World Cup, la “s?da più golosa dell’anno” che si tiene in autunno a Treviso, approda alla B.I.T. (Borsa Internazionale del Turismo), a Fiera Milano City, da domenica 10 a martedì 12 febbraio 2019, nello spazio Amber 8. La TWC, che premia “chi fa davvero il Tiramisù più buono del mondo” (nella ricetta originale e in quella tradizionale), arriva alla B.I.T. forte dei suoi oltre 120 “chef” amatoriali, che già si sono iscritti per partecipare all’edizione 2019, che si tiene dall’1 al 3 novembre a Treviso (e dintorni). Continua la lettura di Alla Borsa Internazionale del Turismo 2019 debutta in pompa magna la Tiramisù World Cup (MI)

Evento espositivo di prestigio a Lugano nello splendore della rinnovata Villa Malpensata (CH)

Lugano ritrova uno dei suoi musei più amati dal grande pubblico, il prossimo 7 aprile, con l’esposizione “Je suis l’autre. Giacometti, Picasso e gli altri. Il Primitivismo nella scultura del Novecento”. Saranno infatti inaugurate al pubblico le sale totalmente rinnovate di Villa Malpensata, oggi sede del MUSEC – Museo delle Culture di Lugano. Continua la lettura di Evento espositivo di prestigio a Lugano nello splendore della rinnovata Villa Malpensata (CH)

Al Museo di Castelvecchio si ammira la pittura veronese tra il 1560 e 1630 (VR)

Fino al 5 maggio 2019 in Sala Boggian al Museo di Castelvecchio è aperta la mostra “Bottega, Scuola, Accademia. La pittura a Verona dal 1570 alla peste del 1630”. L’esposizione, a cura di Francesca Rossi e Sergio Marinelli, pone l’attenzione sul panorama artistico veronese tra la fine del XVI secolo e l’inizio di quello successivo, un crogiolo ricco di novità. Continua la lettura di Al Museo di Castelvecchio si ammira la pittura veronese tra il 1560 e 1630 (VR)