Un fotoalbero natalizio ripercorre la storia dello Iulm di Feltre.

42 anni di storia accademica raccontati per immagini. Allo scopo, a Feltre, è stato allestito un fotoalbero di Natale presso il bar “La Taverna” di Eliseo Cervi (via Luzzo). Dalla nascita alla chiusura. L’Istituzione feltrina che il 31 dicembre 2010 chiuderà i battenti si racconta attraverso la selezione di una sessantina di fotografie storiche.

Dalla sua costituzione sino ad oggi, il fotoalbero natalizio vuole essere una curiosa passeggiata nella vita dell’università Iulm di Feltre e vi sono ripercorsi alcuni dei suoi momenti più imporanti. In esposizione ci sono scatti del 1968 (per gentile concessione del fotografo feltrino Giovanni Frescura) raffiguranti la locandina che annunciava l’apertura del corso di laurea in lingue e letterature straniere, o la cerimonia di inaugurazione dell’ateneo, avvenuta in Sala degli Stemmi alla presenza dell’onorevole Leandro Fusaro, del prof. Silvio Baridon e del prof. Carlo Bo.

Ma anche alcune immagini che documentano la presenza di importanti personaggi del mondo dell’industria veneta, come Giovanni Rana e Mario Moretti Polegato. Fra i personaggi politici e personalità più vicine nel tempo ci sono Gianvittore Vaccari, Alberto Brambilla, Claudia Bettiol, Maurizio Fistarol, Paolo De Paoli, mentre fra i professori spiccano Nella Giannetto, Anna Paola Zugni Tauro, Maria Garbari, Gianmario Dal Molin. Una foto ritrae anche tutti i dipendenti dell’Università il cui futuro è da oggi…veramente appeso ad un filo!

L’ultima foto che verrà posizionata sull’abete natalizio sarà la chiusura del portone della sede storica di Palazzo Borgasio, con uno scatto “tardivo” che porterà la data del 31 dicembre 2010. La rassegna fotografica è curata da I. Pilo. Un ringraziamento speciale ad Eliseo Cervi per la concessione dello spazio interno del locale per l’allestimento, e a Paolo Conzada per la fornitura dell’albero. Per informazioni sulle foto è possibile chiamare il 338.4480642

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.