Le sculture di Bertozzi & Casoni alla mostra “Gli Animali nell’Arte dal Rinascimento a Ceruti”

Le sculture di Bertozzi & Casoni alla mostra “Gli Animali nell’Arte dal Rinascimento a Ceruti”. Dal 19 gennaio al 9 giugno 2019 Palazzo Martinengo Cesaresco Novarino di Brescia ospiterà la mostra “Gli Animali nell’Arte dal Rinascimento a Ceruti”. Un’esposizione straordinaria e unica nel suo genere dedicata alla rappresentazione degli animali nell’arte dal Rinascimento fino ai giorni nostri.

Sarà un’occasione per ammirare un centinaio di opere provenienti da prestigiosi musei e collezioni private italiane ed estere che ritraggono gli animali in composizioni pittoriche e scultoree, una metafora per gli artisti per parlare d’altro o anche solo come contributo affettivo. A questa esposizione parteciperanno anche Bertozzi & Casoni.

I due artisti porteranno a Brescia le seguenti opere: “Nulla è come appare” un trittico che comprende 3 specchi, uno piano, uno concavo e uno convesso sui quali esce una testa scheletrita di un pinocchio in bronzo argentato su cui i 3 pappagalli cercano di specchiarsi; “Cuccia brillo con setter inglese” un’architettura pensata con cartoni “Brillo” brand diventato icona dell’arte; “Il macao dell’arte” una scimmia arrampicata su una parete che tiene in mano la tela raffigurante La ragazza con turbante di Jan Vermeerpoi “Cielo“ , “Grottesca con fenicottero”, “Peccato originale” e “Civetta su Bidoncino”.

La mostra, curata da Davide Dotti, consentirà di comprendere come l’animale abbia sempre avuto un ruolo fondamentale nella storia dell’arte. Il comitato scientifico, di caratura internazionale, ha ideato un percorso espositivo avvincente che accompagnerà il pubblico in un viaggio lungo secoli di storia dell’arte di cui anche Bertozzi & Casoni sono parte. L’inaugurazione della mostra è prevista domani venerdì 18 gennaio alle ore 18.30 presso Palazzo Martinengo, Brescia.

www.museobertozziecasoni.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.