STREAM, la cultura si fa spazio, Friuli protagonista

Si è tenuto da poco a Maniago l’incontro strategico del progetto “STREAM: Sostenere il Turismo sostenibile, la Rigenerazione urbana la promozione delle Arti in aree Montane”, finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale nell’ambito del Programma di cooperazione Interreg V-A Italia – Austria 2014-2020.

Nato dalla volontà di aumentare il potenziale turistico dell’area transfrontaliera, mettendo in rete risorse culturali friulane, venete e austriache, “STREAM” è un progetto di rigenerazione urbana sostenibile per recuperare spazi pubblici e privati attraverso l’arte e la cultura. Presenti dunque all’incontro tutti i partner del progetto: Comune di Sarmede, Lead Partner, Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore di Pieve di Cadore, con il compito di comunicare e divulgare il progetto, Comitato provinciale Unpli Treviso che coordina gli eventi promozionali, RM Regional Management Kaernten: mitte (Carinzia) per la parte di sviluppo tecnologico e Comune di Tramonti di Sotto, referente per le attività di coordinamento e mappatura del patrimonio edilizio esistente finalizzata a una valorizzazione in chiave turistica.

Obiettivo del progetto di cooperazione è la preservazione del patrimonio transfrontaliero e il suo inserimento in una offerta turistica che rivitalizzi i piccoli centri attraverso interventi di rigenerazione urbana, basati su arte, cultura col coinvolgimento delle popolazioni locali. I siti interessati sono stati individuati come luoghi ideali per residenze artistiche: qui gli artisti si possono dedicare a tempo pieno al proprio lavoro, condividendo il proprio percorso con altri artisti residenti e con la comunità locale. L’idea è quella di terminare la residenza con un evento aperto al pubblico (sia esso una mostra, uno spettacolo, o un concerto. Spazi creativi, alloggi e materiali verrebbero messi a disposizione da Fondazioni, enti pubblici o privati. Gli edifici da inserire nel progetto di promozione turistica sono stati individuati attraverso la mappatura coordinata a livello transnazionale dall’architetto Moreno Baccichet: i risultati, insieme ad altre buone pratiche a livello europeo, verranno raccolti in una pubblicazione multilingue.

Sul versante turistico verranno creati materiali promozionali legati agli eventi artistici in calendario e una speciale App metterà in contatto gli artisti con le residenze mappate, favorendo una fruizione turistica e culturale dei patrimoni mappati. “L’esperienza di STREAM – commenta l’Assessora alla cultura di Tramonti di sotto Patrizia Bertoncello – ci consentirà di capitalizzare le esperienze già realizzate in campo turistico, promuovendo a livello internazionale gli eventi e le manifestazioni che da molti anni caratterizzano la Val Tramontina all’insegna dell’arte, dello scambio culturale e di una nuova qualità della vita sempre più ricercata attraverso il contatto con la natura, bellezza del paesaggio, tempi e rapporti umani a misura di persona”. Il progetto, la cui assistenza tecnica per il comune di Tramonti è affidata al GAL Montagna Leader, proseguirà nelle prossime settimane con incontri con i cittadini, le strutture di accoglienza e le realtà associative locale, con lo scopo di definire i partecipanti e le attività da promuovere utilizzando la App. Entro l’anno Tramonti di Sotto ospiterà inoltre un evento transnazionale e un workshop musicale aperto ai musicisti di tutto l’arco alpino.

Clelia Delponte 3470349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.