Omaggio a Dante con una prima assoluta per il Pordenone Music Festival

Dopo l’entusiastico avvio, col Concerto per Pordenone e il Klavier Trio, il Pordenone Music Festival di Farandola sabato 12 giugno alle 18 nella Chiesa del Seminario a Pordenone propone un originale omaggio a Dante, con “L’amor che move il Sole e l’altre Stelle”, progetto che si presenta come una insolita lettura dei versi danteschi dedicati al Paradiso, che racchiude al suo interno la prima assoluta di “La Gloria di colui che tutto move” di Virginio Zoccatelli.

Molte delle composizioni di Zoccatelli – compositore e direttore d’orchestra, già direttore del Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine, attualmente docente al Conservatorio di Trieste – si intrecciano con diverse forme d’arte creative, tra cui la poesia, il teatro, la filosofia, il cinema, la danza. In questo caso fondamentale è il rapporto con la voce narrante, tanto da firmare, assieme all’attore Maurizio Lucà, la drammaturgia del progetto.

Essa prevede una selezione e ricomposizione di alcuni canti del Paradiso finalizzata alla creazione di un itinerario breve ma intenso, che tocca i temi più profondi enunciati dal poeta fiorentino, fulcro emotivo e creativo di un collage musicale di brani di altri autori. Attraverso la citazione, l’estrapolazione e la ricomposizione di frammenti tratti da Opere “sacre” del Novecento, di autori quali Messiaen, Debussy, Pizzetti, Pärt, Kurtàg, Jenkins, Zoccatelli propone dunque un itinerario “spirituale” aperto all’umanità dell’oggi. Interpreti delle musiche saranno il tenore e flautista Gian Luca Zoccatelli, Sonia Ballarin all’organo e Giovanna Mastella al sassofono, con la direzione di Sergio Lasaponara. Il Catalogo di Virginio Zoccatelli comprende circa 800 lavori, tra cui composizioni per orchestra, orchestra di fiati, coro, cantanti solisti, opere da camera, solisti, spartiti per teatro e colonne sonore: alcune di queste opere hanno vinto premi in concorsi nazionali e internazionali di Composizione.

Il sabato successivo, 19 giugno, l’omaggio a Dante si declinerà in modo specifico per l’infanzia – introducendo così per la prima volta nel Pordenone Music Festival una sezione dedicata espressamente e specificamente ai più piccoli – col laboratorio di tecniche espressive musicali per bambini e bambine dai 6 agli 11 anni sugli accenti di Dante: un progetto socio-educativo musicale integrato a cura del Dott. Luca Fabio Bertolli per Musicandola, realizzato in collaborazione col Paff! Per informazioni e prenotazioni (per il concerto e per i laboratori): scrivi@farandola.it, cell. 340 0062930.

Uff stampa Farandola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.