Il fondo musicale Gherardini scoperto a Porcia

Sabato 16 dicembre alle 10.00 all’Auditorium Diemoz a Porcia sarà presentato al pubblico il volume: “Il lungo viaggio del Fondo musicale Gherardini da Reggio nell’Emilia a Porcia”.? ?Il volume è un sunto della catalogazione di pagine manoscritte ritrovate più di venti d’anni fa a seguito dello sgombero dell’attuale Casello di Guardia, edificio appartenente alla famiglia Gherardini.

Furono rinvenuti, in cattivo stato, rovinati dall’incuria e dall’umidità a seguito di infiltrazioni d’acqua dal tetto, diversi libri e molte partiture musicali a stampa e poco meno di un centinaio di pagine manoscritte, in gran parte ascrivibili ad Achille Peri, compositore dell’ottocento. Stampato a cura dell’Amministrazione Comunale di Porcia con la collaborazione dell’Associazione Amici della Musica “Salvador Gandino”, il volume si apre con una breve storia dei Gherardini a Porcia, nobile famiglia proveniente dall’Emilia Romagna subito dopo la prima guerra mondiale a cura del dott. Sergio Bigatton. Segue una trattazione del prof. Roberto Calabretto su Achille Peri, compositore dell’ottocento e maestro di musica di casa Gherardini e sul periodo musicale dell’epoca, per meglio comprendere e mettere a fuoco alcuni momenti della sua produzione musicale, sia in Porcia e prima ancora nella città di Reggio Emilia e infine una presentazione della catalogazione del dott. Luca Canzian. A tutti i presenti verrà data in omaggio una copia del volume presentato a Porcia. A conclusione ci sarà un momento musicale a cura della pianista Francesca Francescato che eseguirà alcune partiture tratte dal materiale del Fondo e citate nel volume, nonché alcuni brani tratti dalle opere di Achille Peri. Al termine, brindisi offerto dall’amministrazione comunale di Porcia.

Clelia Delponte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.