Axel Trolese ospite a Cremona per Piano Experience

Nell’ambito di Cremona Musica, la più importante manifestazione mondiale per gli strumenti musicali d’alta gamma programmata dal 28 al 30 settembre, Axel Trolese sarà ancora una volta ospite di “Piano Experience”, il salone della fiera cremonese dedicato al pianoforte, che in questa edizione ospiterà decine di grandi pianisti italiani e internazionali.

Sabato 29 settembre 2018 alle 12h30, in Sala Guarnieri, sarà Axel Trolese ad arricchire con un recital solistico il ricco calendario di eventi di Piano Experience, da otto anni ormai appuntamento imperdibile per gli amanti del pianoforte, già presentato con successo a Pechino lo scorso maggio.

Il programma del concerto avrà inizio con il Rondò in Re maggiore KV485 di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), dal fine ricreativo, raggiunto con il ricorso ad una tecnica non particolarmente impegnativa, il che lascia pensare che la pagina fosse destinata a qualche allieva o a qualche nobile “dilettante”. Un omaggio a Claude Debussy (1862-1918) nel centenario della morte, con i 3 Etudes tratti dai 12 studi, ultimo lavoro pianistico di Debussy, scritti tra l’agosto e il settembre del 1915 a Pourville nella villetta «Mon coin» che gli era stata offerta per le vacanze. Alla fine dell’anno i dodici pezzi, messi in bella copia, venivano inviati all’editore Durand che li pubblicava nel 1916. La prima esecuzione aveva luogo il 14 dicembre 1916, a Parigi, ad opera del pianista Walter Rummel. Ciò che colpisce innanzi tutto il lettore, negli Studi di Debussy, sono i titoli, che richiamano problemi tecnici o classiche partizioni dei metodi (cinque dita, terze, seste, ottave, passi cromatici, note ribattute, ecc.). Seguono la Ballata in fa diesis minore op. 9 (1899), forse il più moderno e ispirato tra i brani pianistici di Roffredo Caetani (1871-1961), ricco di suggestioni wagneriane e dal quale traspare un senso di inquieto pessimismo, non più ancorato ad esperienze concrete, bensì sublimato ad un superiore livello di astrazione, e Klavierstücke IX di Karlheinz Stockhausen (1928-2007). Conclude il concerto la Fantasia Bætica di Manuel De Falla (1876-1946).

Per i tamburini:
Sabato 29 settembre 2018, 12.30
Sala Guarnieri
CREMONA MUSICA, Cremona

Programma
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), Rondò in Re maggiore KV485
Claude Debussy (1862-1918), 3 Etudes
Roffredo Caetani (1871-1961), Ballata op.9 n.1 in Fa diesis minore
Karlheinz Stockhausen (1928-2007), Klavierstücke IX
Manuel De Falla (1876-1946), Fantasia Bætica
Piano Experience è nato per dare agli operatori professionali e agli appassionati del pianoforte un punto di riferimento unico in Europa. L’obiettivo principale del Salone è di sostenere l’intero settore del piano: produttori, distributori, buyer, rivenditori e musicisti, anche grazie alla partnership con AIARP (Associazione Italiana Accordatori e Riparatori di Pianoforti), trovano a Cremona l’ambiente giusto per sviluppare nuove relazioni commerciali e artistiche. L’artistic advisor è Roberto Prosseda.

Cremona Musica è nota come la più importante fiera al mondo per gli strumenti musicali d’alta qualità, un appuntamento unico, capace di portare nella città di Stradivari solo nel 2017 oltre 17.000 visitatori da tutto il mondo. Gli oltre 150 eventi organizzati ogni anno, fra i quali concerti, masterclass, conferenze e presentazioni di libri, rendono Cremona Musica non solo un appuntamento irrinunciabile per gli addetti ai lavori, ma anche un grande festival dedicato a tutti gli amanti della grande musica.experience.

Il programma è consultabile sul sito di Cremona Musica, dove sono disponibili anche maggiori dettagli sui singoli concerti, sugli artisti coinvolti e sugli altri eventi: http://events.cremonamusica.com/events/index.php.

Per informazioni:

Francesco Cianfanelli
Press Office, Cremona Musica International Exhibitions and Festival
tel: +39 328 7698779
e-mail: cianfanelli.cremona@gmail.com
https://www.cremomamusica.com

CremonaFiere SPA
Piazza Zelioli Lanzini, 1 29100 Cremona
info@cremonamusica.com
Tel: +39 0372 598 011

Profilo
Axel Trolese, pianista
Axel Trolese si accosta al pianoforte in giovanissima età; comincia lo studio dello strumento nella sua città per proseguire poi a Cremona dove si diploma con 10, Lode e Menzione d’Onore presso l’ISSM Monteverdi con Maurizio Baglini. Approfondisce la formazione con il Master al Conservatorio Nazionale di Parigi nella classe di Denis Pascal e frequentando il corso di alto perfezionamento all’Accademia di Santa Cecilia di Roma con Benedetto Lupo. Segue inoltre numerose masterclass con grandi didatti e pianisti di fama internazionale come Roberto Prosseda, Alessandra Ammara, Arie Vardi, Aldo Ciccolini, Michel Béroff, Philippe Entremont e Joaquín Achúcarro.
Contemporaneamente partecipa a diversi concorsi e riceve importanti riconoscimenti, tra i quali il Premio Alfredo Casella alla 32ª edizione del Premio Venezia, il Premio EduMus, riconoscimento dedicato ai migliori giovani musicisti italiani, e il Premio Italia Giovane che coinvolge ogni anno tra i più brillanti giovani talenti italiani in tutti i campi. In ambito internazionale, arriva in semifinale al Suzhou International Piano Competition di Shanghai, si aggiudica il Grand Prix Alain Marinaro a Collioure (F) dove ottiene anche il premio del pubblico, e nel 2017 vince il 2° Premio all’Ettore Pozzoli International Piano Competition di Seregno (MI).
Con un repertorio che spazia dal barocco ai contemporanei, Axel Trolese intraprende presto un’intensa carriera concertistica che lo porta a suonare in prestigiose sale da concerto in Italia e all’estero come la Weimarhalle di Weimar e il Teatro La Fenice di Venezia. Tra gli impegni più recenti, l’esibizione al Ministère de la Culture de Paris e all’Accademia Filarmonica Romana. Ospite di importanti rassegne quali l’Amiata Piano Festival e l’Italian Piano Experience a Pechino, come camerista ha collaborato con il Quartetto di Cremona e con il Quartetto Guadagnini; ha suonato anche con orchestre quali la Jenaer Philharmoniker e direttori come Markus L. Frank, Ovidiu Balan, Jesús Medina, Pasquale Veleno, Alessio Venier e Gabriele Pezone. Nel 2016 registra il suo primo disco The Late Debussy: Etudes & Epigraphes Antiques. La pubblicazione ottiene un ampio consenso critico, viene diffusamente recensita sulle testate cartacee e online più importanti del paese e programmata in diverse trasmissioni radiofoniche. Tra i vari progetti artistici a cui ha preso parte, è da ricordare la collaborazione con il regista Antonio Bido nelle riprese del videoclip noir sulla “Danse Macabre” di Liszt/Saint-Saëns, registrando il brano e recitando anche come attore. All’attività di musicista affianca da sempre un poliedrico interesse per la ricerca e l’ approfondimento culturale con fine spirito conoscitivo.

Contatti per Axel Trolese :

Relazioni Esterne Ufficio Stampa
Paolo Pinto Studio Pierrepi – Padova
tel. +39 328.6576201 tel +39 348 3423647
paolopinto.stampa@gmail.com canella@studiopierrepi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.