XXVI FVG International Music Meeting eccellenti concertisti di scena il 23 luglio a Sacile

Musica in attesa by GIUSEPPE BORSOI

Primo grande appuntamento per il XXVI FVG International Music Meeting, festival organizzato dall’Associazione Ensemble Serenissima in co-organizzazione con il Comune di Sacile, con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia e Fondazione Friuli, sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.

Sabato 23 luglio alle ore 21.00 nell’Ex Chiesa di San Gregorio sarà occasione per veder esibirsi in un’unica serata alcuni dei grandi nomi del concertismo di oggi, che confermano come il Meeting non sia soltanto un appuntamento musicale estivo di riferimento del territorio, ma anche un evento di primo livello nel panorama artistico nazionale e internazionale. A cominciare la serata sarà il pianista Alessandro Commellato, interprete di calibro internazionale, docente al Conservatorio di Milano e studioso da diversi anni dell’interpretazione con strumenti storici, con la Sonata n. 3 in si minore per pianoforte op. 58 di Chopin, l’ultima del compositore polacco in ordine cronologico, con uno spiccato carattere lirico, in cui non mancano toni drammatici che le imprimono slancio e vitalità.

Seguirà il violoncellista Luca Simoncini, docente al Conservatorio di Rovigo, componente sin dalla fondazione del “Nuovo Quartetto Italiano”, concertista di prima grandezza e didatta dalla spiccata sensibilità musicale e capacità tecnica che interpreterà, in duo con il pianista Davide Furlanetto, Après un rève, il sogno svanito di Fauré, la famosissima Oblivion di Piazzolla e il corale di Bach “Ich ruf’ zu dir”. Chiuderanno la serata la violinista canadese-americana Maia Cabeza, chiamata ad esibirsi nelle più rinomate sale internazionali come solista e camerista, attualmente spalla nell’Aurora Orchestra di Londra, e la brillante violoncellista berlinese Ulrike Hofmann, primo violoncello della Stuttgart Radio Symphony Orchestra e membro dell’Accademia Karajan e dei Berliner Philarmoniker, che, con Alessandro Commellato, proporranno il Trio in si maggiore per archi e pianoforte op. 8 di Brahms, che fu più volte sottoposto a revisione dallo stesso compositore per correggerne alcune ingenuità, frutto di inesperienza, e riassestare alcuni disequilibri formali senza però snaturarne mai l’originale freschezza e l’estroversa esuberanza. Gli eventi del Meeting proseguiranno dal 24 luglio con la rassegna “Giovani Talenti” e con il grande Concerto Sinfonico venerdì 29 luglio al teatro Zancanaro, evento che vedrà anche la premiazione e l’esecuzione in prima assoluta del brano vincitore del “7th International Composition Prize SEM 2022”.

Tutto il calendario aggiornato degli eventi sul sito www.ensembleserenissima.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.