“Confluenze”: Ziga Okorn al Museo della Casa carsica

Si apre venerdi 8 giugno, alle ore 20, la personale dell’artista sloveno Ziga Okorn al Museo della Casa carsica di Repen/Monrupino – Trieste. Da ormai 15 anni, Ziga Okorn si dedica alla ricerca di un’immagine che oggi possa invitare, riconciliare e sanare, toccando la nostra profonda esperienza artistica, associata all’empatia, alle sensazioni, alla compassione e all’amore. Queste immagini fragili e semplici, che il pittore letteralmente riversa su carta o su tela usando pigmenti a base di terra mescolati a qualche goccia d’acqua, aprono prospettive che, di fatto, esperiamo interiormente, ma esteriormente realizziamo in misura troppo limitata.

Gli acquerelli raffiguranti dei bambini, di fronte ai quali il visitatore si ritrova come davanti al proprio futuro, sono dipinti in maniera elementare, in modo tale da risultare di facile lettura e interpretazione. Una lettura che consente alle opere di raggiungere il bambino che ancora c’è in noi e che attende il momento in cui saremo nuovamente capaci di guardare al mondo con i suoi stessi occhi sgranati. Ciò che egli vede e sente è qui e ora, è onnipresente ed eterno. Il qui-è non è del tutto sondabile nemmeno in termini linguistici, non si può cogliere né attraverso la rappresentazione immaginaria né con la proiezione: in realtà si tratta di un processo creativo, di qualcosa che è parte di noi. Scrive cosi di Okorn la critica d’arte Vesna Krmelj che venerdi’ presentera’ l’artista al vernissage della mostra

L’artista e’ nato nel 1967 a Lubiana, ha concluso gli studi all’Accademia delle arti figurative di Lubiana nel 1991 laureandosi con i professori Gustav Gnamus e Tomaz Brejc e allestendo una mostra nella vecchia rimessa per barche (staracolnarna) del parco di Tivoli. Dal 1994 è attivo come artista indipendente. Ha partecipato alla ristrutturazione dell’ex carcere militare riconvertito nell’ostello per la gioventù Celica, contribuendo all’allestimento di una delle celle.

Assieme al gruppo Sestava partecipa a diverse iniziative professionali e civili relative all’arte figurativa e alla cultura in ambito pedagogico (contro l’abolizione dell’educazione artistica nelle scuole elementari), iniziative di tutela del patrimonio culturale (ad esempio quella per salvare la fontana Robba – Robbov vodnjak) e iniziative che coinvolgono le associazioni di categoria degli artisti (collaborazione all’organizzazione dell’asta per salvare l’Associazione degli artisti sloveni – DSLU). Okorn si occupa inoltre di design e allestimenti (mostra permanente al Castello di Bled del Museo nazionale della Slovenia – NMS, 2008), di illustrazione, fotografia e design d’interni…Ad aprire la serata ci sara’ la violoncellista e vocalista Andrejka Mozina.

“Confluenze”: Ziga Okorn espone al Museo della Casa carsica
Museo della Casa carsica
Repen 31 Repen/Monrupino TS
Orario – Ingresso: domeniche e festivi 11-12.30/15-17 (ingresso libero)
Dal 08/06/12 al 01/07/12

Per maggiori informazioni
Telefono: 0039040327256
Email: info@kraskahisa.com
Sito web: http://www.kraskahisa.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.